10 Maggio 2010

Il Viaggio di Abdel

By admin

ilviaggiodiabdel-grande

Autore: Enrique Paez
Illustrazione di copertina: Francesca Carta
Laboratori a cura di: Jolanda Guardi

ABSTRACT

Il giovane sahrawi Abdel Muhbahar è costretto dagli avvenimenti politici (l’invasione delle truppe marocchine) ad abbandonare il paese. La madre viene uccisa e il padre subisce una pesante condanna. La fuga è l’unica via di salvezza. Padre e figlio risalgono a piedi verso il nord, attraverso il Sahara, sino a raggiungere Gibilterra. Qui riescono a imbarcarsi su una “carretta del mare”, a sopravvivere all’insidia del mare e alla caccia che la polizia scatena contro chiunque sia riuscito a guadagnare la riva. Finiscono però nelle mani di una banda di malviventi da cui solo Abdel riesce a fuggire senza tuttavia riuscire a liberare il padre. Abdel sarà costretto a denunciare il padre: solo una lunga e infamante condanna in Europa può evitargli l’estradizione e la condanna a morte in Marocco. Età dai 10 ai 12 anni.

Torna indietro

10 Dicembre 2009

Il Viaggio di Abdel

By admin

sabato 12 dicembre 2009 alle ore 17,30, presso il SuperstudioPiu’ sala rossa, Milano via Tortona 27,  nell’ambito del primo Salone della piccola e media editoria indipendente di Milano,

CESPI e Zambon Editore presentano il libro di Abdel Muhbahar “Il Viaggio di Abdel”

ne parlano: Francesca Carta, Giovanna Gelmi, Patrizia Minella, Giuseppe Zambon

nuova-immagine

Il giovane saharaui Abdel Muhbahar è costretto dagli avvenimenti politici (l’invasione delle truppe marocchine) ad abbandonare il paese. La madre viene uccisa e il padre subisce una pesante condanna. La fuga è l’unica via di salvezza. Padre e figlio risalgono a piedi verso il nord, attraverso il Sahara, sino a raggiungere Gibilterra. Qui riescono a imbarcarsi su una carretta del mare, a sopravvivere all’insidia del mare e alla caccia che la polizia scatena contro chiunque sia riuscito a guadagnare la riva. Finiscono però nelle mani di una banda di malviventi da cui solo Abdel riesce a fuggire senza tuttavia riuscire a liberare il padre. Abdel sarà costretto a denunciare il padre: solo una lunga e infamante condanna in Europa può evitargli l’estradizione e la condanna a morte in Marocco.

Per saperne di più vi lascio un link su cui cliccare   http://www.unlibroamilano.it/index.php

 

Il Superstudio Più si raggiunge con i seguenti mezzi:

MM2  fermata P.ta Genova, tram 14 o 29/30, autobus 90/91